STAGIONE TEATRALE 2021

sabato 26 e domenica 27 giugno 2021, ore 21.15
All’aperto (spazio adiacente all’Auditorium comunale)


GUARNERIUS

Mangjâ libris e sfueâ parsuts
 

di e con Angelo Floramo, Fabiano Fantini,
Claudio Moretti, Elvio Scruzzi
oggetti di scena Luigina Tusini
produzione: a.Artisti Associati Gorizia
CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
La Contrada Teatro Stabile di Trieste
TeatroMiela/Bonawentura Trieste con il sostegno di Banca Ter
Spettacolo in lingua italiana e friulana

È il 1466, l’Europa è devastata dalla peste.
Tre cramars (venditori ambulanti friulani) dopo aver attraversato l’Austria, giungono all’abbazia di San Gallo in Svizzera.
Devono portare la notizia della morte di Guarnerio d’Artegna al monaco Adelmus Silvatico suo amico.
Ma chi era Guarnerio d’Artegna?
I tre cramars non conoscono la sua figura, e il monaco, pazientemente, racconta loro la storia del grande umanista friulano.
Il trio del Teatro Incerto, con la cifra comica che lo caratterizza, incontra lo storico Angelo Floramo e la sua formidabile capacità narrativa, dando vita ad uno spettacolo sospeso tra Storia e Commedia.

~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~

domenica 18 e lunedì 19 luglio 2021, ore 21.15
All’aperto (spazio adiacente all’Auditorium comunale)

IN MEDIO STAT VIRUS

Dall’instant theatre al distant theatre
 

ideato da Enrico Bertolino, e Luca Bottura
insieme a Massimo Navone
con la collaborazione di Enrico Bettella
e Enrico Nocera
musici-creatori dal vivo Roberto Dibitonto
e Tiziano Cannas Aghedu; regia Massimo Navone
produzione: ITC 2000
 

L’instant theatre è una formula di teatro incentrato sull’attualità, che cambia ogni sera, inventata da Enrico Bertolino e Luca Bottura e sviluppata insieme a Massimo Navone.
Proprio questa caratteristica ha dato vita negli anni a spettacoli sempre diversi, contaminati dalla realtà: elezioni, referendum, persino pandemie… come nel caso del distant theatre che durante i mesi complessi del lockdown ha mantenuto viva la fiammella della satira e ora torna sul palco davanti a un pubblico in carne e ossa.
Enrico Bertolino è in scena, assieme a due musicisti, nella triplice veste di comico, narratore ed esperto di comunicazione. Miscela il proprio estro e le proprie competenze accademiche e le passa al setaccio dell’ironia.
Musica, satira, rassegna stampa fasulla più vera di quella vera, battute, affabulazione sono gli ingredienti di uno spettacolo pensato apposta per demolire le proprie convinzioni e farsene delle nuove, se possibile ancora più incerte e confuse.
 

~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~

martedì 14 e mercoledì 15 settembre 2021, ore 20.45
In Auditorium comunale
 

ROMEO E GIULIETTA

L’amore è saltimbanco


soggetto originale e regia di Marco Zoppello
con Anna De Franceschi, Michele Mori
e Marco Zoppello
scenografia Alberto Nonnato
costumi Antonia Munaretti
maschere Roberto Maria Macchi
duelli Giorgio Sgaravatto
consulenza musicale Veronica Canale
produzione: Stivalaccio Teatro / Teatro Stabile del Veneto

1574, Venezia è in subbuglio: per calli e fondamenta circola la novella che Enrico III di Valois, diretto a Parigi per essere incoronato Re di Francia, passerà una notte nella Serenissima.
Giulio Pasquati e Girolamo Salimbeni, coppia di ciarlatani saltimbanco dai trascorsi burrascosi, vengono incaricati di mettere in scena, in onore del principe, la più grande storia d’amore che sia mai stata scritta: Romeo e Giulietta. Due ore di tempo per provare lo spettacolo e, soprattutto, trovare la Giulietta giusta: ed ecco comparire nel campiello la procace Veronica Franco, poetessa e “honorata cortigiana” della Repubblica, disposta a cimentarsi nell’improbabile parte dell’illibata giovinetta.
Va in scena, così, una “prova aperta”, in cui la celeberrima storia del Bardo prende forma, e si deforma, nell’intrecciarsi di trame, dialetti, canti, improvvisazioni, duelli e pantomime.
Nelle mani di Stivalaccio Teatro, compagnia di teatro popolare che esplora la connessione fra commedia dell’arte, teatro di strada e circo contemporaneo, Shakespeare diventa, più che mai, materia viva.

~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~°~

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA


BIGLIETTI
Intero € 18 / Ridotto € 16
 

ABBONAMENTI 3 SPETTACOLI*
Intero € 30 / Ridotto soci € 24 / Ridotto giovani € 15
 

*3 tagliandi d’ingresso: in caso di annullamento di uno o più spettacoli per causa di forza maggiore, lo spettatore avrà diritto al rimborso della replica non andata in scena

CAMPAGNA ABBONAMENTI
 

rinnovo abbonamenti

da lunedì 7 giugno a mercoledì 16 giugno
 

nuovi abbonamenti
lunedì 21 giugno e mercoledì 23 giugno

c/o Biblioteca comunale: lunedì e mercoledì, dalle 18.00 alle 19.30


PREVENDITA BIGLIETTI
 

Nelle due settimane precedenti lo spettacolo in Biblioteca comunale: il lunedì e il mercoledì, dalle ore 18.00 alle 19.30
 

Il giorno dello spettacolo in Auditorium comunale un’ora prima dell’inizio della rappresentazione


INFO & PRENOTAZIONI
 

Pro Loco Zoppola
t. 389 4262373
 

Biblioteca comunale
t. 0434 979947
lunedì e mercoledì dalle 18.00 alle 19.30
 

Comune di Zoppola
Ufficio Cultura
t. 0434 577526
eventi@comune.zoppola.pn.it

Sarà garantito il distanziamento del pubblico imposto dalle misure di sicurezza per il contenimento del Covid-19. È obbligatorio l’utilizzo della mascherina per tutta la durata dello spettacolo; all’ingresso verrà effettuata la misurazione della temperatura corporea del pubblico; si raccomanda l’arrivo anticipato per
garantire l’accesso contingentato.